Bollettino medico dell'anno 2012.

La fine dell'anno si avvicina e con sommo imbarazzo mi rendo conto che non sono in grado di farne una sintesi, un riepilogo, nulla di ciò che ci si aspetta da un dicembre particolarmente sottotono, personalmente e in generale. Perfino Facebook mi stressa con la mossa markettara della sintesi del 2012. Per carità. Non ricordo nulla di memorabile associato a quest'anno, o forse l'ho rimosso.  

Il vero inizio d'anno, lo sappiamo, è Settembre (Cabudanni), nel quale si fanno moltissimi buoni propositi: io ne ho già cannato un paio. Tutto sommato, è andata bene rispetto ad altre annate terrificanti, se non altro perchè mi sono tenuta nella media dell'altalena lavorativa (qualche mese sì, altri no, prospettive poche e confuse) e ho arricchito la mia casistica della cialtroneria altrui, a  fronte però di amicizie nuove e promettenti. Alla fine, è sempre questa la cosa più importante: nel bilancio totale sono le persone che contano, soprattutto quelle che trasmettono energie positive, che fanno un pò ridere e tornare la voglia di far ridere gli altri. Come i miei nanetti, mi sono evoluta anche io e distaccata da alcune cose poco importanti; altre sciocchezze continuano a farmi arrabbiare, e poi c'è il problema principale: il maledetto pessimismo della ragione (e non ditemi che leggendo o guardando i media chiunque sarebbe pessimista: non vale).

Seguendo questo filo sconclusionato mi rendo conto che non ho ancora perso la capacità di arrabbiarmi, ma servirebbe una cura ricostituente per l'ottimismo della volontà e soprattutto per i sogni, perchè il cinismo è sempre in agguato. Francamente la vita è già complicata così per il solo fatto che vogliamo fortissimamente viverla, quindi fare delle cose, e del senso di delusione incattivita non c'è proprio bisogno. Soprattutto se dobbiamo imparare a "reggere la pressione" che il non mollare mai comporta.

Il bollettino medico del 2012, quindi, è tutto sommato stabile: abbiamo avuto mesi di tempo per fare la diagnosi, intuiamo perfino la cura necessaria per il paziente, ma la prognosi è riservata perchè questi sono comunque, a prescindere dalla nostra buona volontà e disposizione verso il mondo, "tempi interessanti": secondo l'accezione della antica maledizione cinese, però.

Etichette: , , , , , , , , , ,