e stasera un bel risotto

Sono senza cuore, confesso: guardo un povero vecchio, fiaccato dalla malattia, mentre viene accoltellato alle spalle dal figliolo prediletto,e  non provo nemmeno l'umana pietà che si deve ai vinti. Forse perchè, in fondo, vinti non sono? forse perchè, gattopardianamente, una volta sbattuti fora de ball loro, ne sono già pronti altri della stessa razza?  
 La razza è quella del "Roma ladrona, la Lega non perdona" mentre rubavano anche loro, nel frattempo imbrogliando scientemente i loro elettori (perchè agli altri si rivoltava lo stomaco); è quella del "no ai negri, ai gay, ai musulmani, ai meridionali", ma sì ai "cerchi magici" che nemmeno i peggiori maghi dei canali Tv di serie Z, sì all'indipendenza della Padania e perchè no di Topolinia; una razza ladrona, illegale ed eversiva, nonstante ciò legittimata dal consenso di decine di migliaia di persone. E' per questo che la Lega non va liquidata con sufficienza, con la spocchia tipica di chi si sente migliore di loro solo perchè lo stomaco gli si è rivoltato da tempo. Bisogna invece analizzarla bene, studiarne gli affascinanti meccanismi, chiedersi il perchè, per gestirsi quelli che verranno dopo (che poi sono gli stessi di adesso, solo con altre facce, magari parlano un pochino meglio e hanno qualche neurone in più-d'altronde non è che ci voglia molto-). 

Quindi, per favore, non fate della facile ironia sul Senatùr, sul Trota, sulle segretarie, le cartomanti e le case ristrutturate all'insaputa dei proprietari (la decadenza si vede anche dalle minchiate altrui maldestramente riciclate). Lo so, è difficile, ma provateci: io intanto stasera mi faccio un bel risotto in loro onore, che mi è venuta fame :)