Un pezzo del mio cuore

Ma cos’è che ci fa andare avanti? Intendo dire, veramente tirare dritti per la nostra strada nonostante la stanchezza, la pigrizia, la noia anche, nonostante le soluzioni di comodo che potremmo avere, la fortuna di un benessere che deriva dal semplice fatto di essere nati nella parte giusta del pianeta, ma anche la sfortuna oggettiva di condizioni sfavorevoli quali la mancanza di lavoro, l’assenza di un compagno/a, qualsiasi cosa negativa che statisticamente esiste nella vita di ognuno di noi?
Forse quello che veramente ci fa essere vivi, oltre alla pura gioia di esserlo (troppo spesso soffocata da mille altri pensieri perlopiù inutili, ma di questo ci accorgeremo verso gli 80 anni, credo), sono i “diamanti” che brillano in ognuno di noi, come spiegato dalle parole del bel post della Giraffa.

Ne avevo già parlato, mi ripeto perché mi sembra davvero troppo importante ricordare l’importanza della nostra vera natura, il lato B delle nostre vite quotidiane fatte, com’è normale, anche di routine noiosa e a suo modo rassicurante: la famiglia, il cellulare, i messaggini, le email, il lavoro, il pranzo e la pennichella, il traffico, il cinema, i malanni, i bisticci e i baci.

Un piccolo “pezzo del nostro cuore" è tutto per ciò che amiamo davvero fare e che ci tiene svegli ogni giorno: penso a chi ama andare in bicicletta, fotografare, scrivere, stare con i figli, con gli amici, nuotare, viaggiare, mangiare, stare spaparanzato al sole, correre, fare politica o volontariato, e chi più ne ha più ne metta, è solo fortunato.
E i vostri diamanti che brillano, quali sono?