La rivincita delle coscione


Era ora che qualcuno si accorgesse dell’evidenza, e cioè che una taglia e ½ di differenza fra la parte superiore del corpo e quella inferiore è un sintomo di bellezza ma soprattutto di intelligenza: sapeste la scaltrezza che ci vuole per riuscire a scovare, in un mondo pieno di pantaloni fatti per gli efebici, dritti come fusi e stretti come lacci emostatici, qualcosa che stia bene anche sul fianco mediterraneo. L’ennesima e un po’ scema ricerca americana (delle università di Pittsburgh e Santa Barbara, in California) ci dice che gli scienziati, raffrontando le misure di circa 16mila donne con i risultati ottenuti nelle prove di intelligenza, si sono resi conto che quelle con un distacco maggiore fra la misura dei fianchi e quella della vita avevano raggiunto punteggi significativamente più alti anche nei test e lo stesso valeva per i loro figli. La donna a forma di clessidra, di violoncello, di anfora o di pera insomma parrebbe perfino più intelligente. Il dato importante era, infatti, il rapporto vita-fianchi, con la prima necessariamente più stretta rispetto ai secondi, in un rapporto ideale compreso fra 0,6 e 0,7. Ho ricordato con compatimento l’amico ossessionato dalla forma fisica, e la ragazzetta cui non a caso si accompagnava, che mi disse “stai bene, ma sei un po’ grossa di cosce”: il suo QI effettivamente non sembrava granchè.
Scherzi- ma non troppo- a parte, anche se ovviamente non sono granchè obiettiva per via dei miei fianchi generosi, e della mia meravigliosa forma ad anfora (ah, l’autostima, non è mai abbastanza), ci tengo a ricordare che la donna è bella perché è varia: a pera, a mela e a banana, a cavolfiore e a carotina, siamo tutte meravigliose e splendide, perché sorridiamo e anche no, e perché siamo diverse l’una dall’altra.
Lasciamo perdere 'ste scemenze, che ridicolizzano la scienza vera, e cominciamo piuttosto ad organizzarci seriamente in lobby contro chi ci vuole incatenare in uno stereotipo di magrezza o di procacità (leggete anche il post di Adaspina) e di virilità capelluta o palestrata per gli uomini. Sorridiamo ma incazziamoci, smettiamo di acquistare i pantaloni con le taglie farlocche o le magliette striminzite, i push up per riempire maglioncini tagliati per anoressiche con la 4 misura (non mi spiego altrimenti perché una taglia S debba avere le cuciture da maggiorata) e via imbrogliandoci e anche un po’ schiavizzandoci.

(la foto è di F.Sanna)

Etichette: , ,