Una vita di sacrificio


E basta con questi giovani che vogliono sempre la pappa pronta, questi bamboccioni! Sacrifici bisogna fare, sacrifici!, per capire che la vita è dura, ti dà mazzate in piena faccia, d’altronde si sa che i giovani non vogliono più sposarsi e non ci sono più le mezze stagioni! Consapevole di tutto ciò, la Regina ha deciso di fare la sua parte: e nel weekend passato in Valtellina ha fatto dei grandi sacrifici, ecco! Per esempio ha dovuto mangiare polenta taragna e costine e salsiccia, il tutto innaffiato dai vini valtellinesi, ha dovuto sostenere l’immane fatica di una passeggiata nel bosco di faggi, lo stress di dormire in un letto diverso in un delizioso hotel di montagna. Soprattutto ha dovuto sopportare la meravigliosa compagnia degli amici, dai quali purtroppo ci separa una distanza geografica, anche se il cuore recupera e anzi la corre talmente veloce, quella distanza, che ogni volta è come se ci fossimo visti il fine settimana precedente. Ieri sera, mentre l’aereo del ritorno si faceva sempre più vicino, abbiamo brindato con una Augustiner alla spina a “questi weekend…sempre più necessari”. Come i sacrifici, appunto!

Etichette: ,