Le ragioni dell’amore


Siamo circondati, e storditi, da parole. Parliamo di tutto, talvolta troppo. Prendiamo il sesso: ora i soliti ricercatori indagano le ragioni per cui si fa o non si fa l’amore. A parte il fatto che non sempre è spiegabile, e che la parola è molto spesso insufficiente a spiegare motivazioni per una cosa così viscerale (e poi, che palle: se lo spiego troppo mi sembra di dissertare del Partito Democratico), a parte ciò, dicevo, le ragioni individuate (circa 237) sono spesso curiose. Cioè, capisco la passione e l’attrazione fisica, i grandi classici come “ho capito che ero innamorata/o”, o “volevo fare nuove esperienze”, ma che mi dite del “voler favorire il sonno”? Fare sesso è quindi efficace come la camomilla? Un’altra delle motivazioni individuate è la speranza di “bruciare calorie”…in questo caso, non ho dubbi che sia sicuramente meglio di una sessione sulla cyclette! Quanto a “ottenere un lavoro o una promozione” la Regina Madry certo non giudica, ma capisce ;-)), e verso coloro che affermano che facendo sesso si sentono più vicini a Dio, beh…si può anche nutrire una sana invidia (per l’esperienza mistica ovviamente)!! Per quanto riguarda le ragioni per le quali ci si astiene, i ricercatori americani propongono un questionario. Chissà cosa ne verrà fuori….

(la foto è di G.Tinti)

Etichette: